Via Del Prione 190
La Spezia

Contattaci
+39 3483459068
astropl@virgilio.it

Breve guida alla manutenzione del giardino

Il giardino ben tenuto è una fonte continua di soddisfazioni: curando nel modo migliore le diverse variabili che entrano in gioco nella corretta crescita delle piante è, infatti, possibile avere splendide fioriture e chiome rigogliose che rendono ancora più bello qualsiasi spazio esterno.

È necessario però un impegno costante, giorno dopo giorno, con amore e sapendo esattamente che cosa fare.

Potatura, concimazione, erbe infestanti e parassiti

Prima cosa da ricordare: ogni giardino è diverso dall’altro ed è sempre bene tenerlo presente quando si decide che tipo di pianta coltivare, quali fiori scegliere, come disporre le varie specie.

La temperatura, l’esposizione al sole e la natura del terreno sono solo alcuni dei fattori che intervengono a influenzare la crescita di un giardino, senza dimenticare i cambiamenti legati al passare delle stagioni.

La primavera e l’estate sono sicuramente le stagioni cruciali per la buona manutenzione di un giardino: è in questo periodo, infatti, che ci si deve preoccupare del proliferare dei parassiti, ricorrendo a metodi naturali e stando ben attenti a non allontanare gli insetti benefici (come le coccinelle).

Sempre con la bella stagione bisogna debellare le erbe infestanti, dandosi da fare con la zappa, soprattutto dopo una pioggia abbondante che avrà reso più morbido il terreno.

Questo è anche il momento della concimazione, effettuata scegliendo concimi specifici (o, solo durante l’estate, il semplice compost).

Ricordare poi che in primavera bisogna dedicarsi anche alla potatura delle piante e alla rasatura del manto erboso: soprattutto la prima attività deve essere eseguita seguendo il calendario specifico per ogni pianta e le tecniche adeguate per avere una chioma ben sviluppata senza soffocare l’esemplare.

Il giardino durante la stagione più fredda

Anche in autunno e in inverno, però, l’amante del giardino non rimarrà con le mani in mano: bisogna infatti occuparsi della rimozione delle foglie secche con un rastrello, visto che se lasciate marcire sul prato daranno vita a un terreno fertile per la formazione di funghi dannosi, oltre a impedire la corretta “respirazione” dell’erba.

Attenzione anche alle gelate, che possono essere devastanti per gli alberi da frutto e per le piante grasse: in questo caso, un buon modo per proteggere il proprio giardino è coprire le piante utilizzando dei teli appositi, realizzati in microfibra di cotone, da rimuovere soltanto nei giorni soleggiati e, ovviamente, non dimenticate di provvedere a una corretta irrigazione.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Altri articoli

Le piante anti-zanzare facili da coltivare

Quando le prime ondate di caldo cominciano a farsi sentire, anche le zanzare tentano instancabilmente di fare irruzione nelle case, provocando reazioni

Vetiver: la pianta antierosione

Il vetiver, pianta erbacea della famiglia delle Poaceae, è originario dell’India ed è molto apprezzato per le sue qualità cosmetiche. È anche